Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

”Sport per tutti secondo ciascuno”

1

Il I° Istituto Comprensivo di Padova ha promosso nelle sue sedi Giotto e Petrarca della Scuola Secondaria di primo grado il progetto “Sport per tutti secondo ciascuno” che si è svolto questo Gennaio, rivolto alle classi seconde. Il Comune di Padova - Settore Servizi Sportivi - in collaborazione con la Società Uno a Cento, ha dato la possibilità di partecipare gratuitamente al progetto a quattro classi del nostro Istituto.

Abbiamo cosi colto l’occasione con questo percorso di avvicinare i ragazzi al tema della disabilità e dello Sport Paraolimpico. Nel primo incontro mediante la visione di alcuni filmati si è cercato di stimolare la loro sensibilità etica e civile nei confronti della disabilità. Mentre in palestra, nei due incontri successivi gli alunni hanno potuto provare esperienze di disabilità motoria e/o sensoriale sia di tipo ludico-sportive sia della vita quotidiana. Guidati dai tecnici della Società Uno a Cento, si sono confrontati con situazioni in cui potevano sperimentare in prima persona cosa significa superare barriere architettoniche seduti su una carrozzina, affrontare un percorso attrezzato senza poter vedere, rotolare, arrampicare, saltare o semplicemente camminare in situazioni di simulata disabilità.

L’attività in palestra è servita loro anche per avvicinarsi allo Sport Paraolimpico, all’aspetto ludico-sportivo, del Baskin e del Torball. Noi docenti abbiamo potuto condividere con gli alunni questa esperienza altamente significativa di cui apprezziamo il valore formativo.

Ecco alcune loro testimonianze.

2

Da questa esperienza abbiamo capito che non bisogna sottovalutare i nostri sensi e le nostre capacità motorie perché non è tutto scontato; infatti non tutti possiedono ciò che abbiamo noi, che è davvero tanto. Ad esempio provando a stare solamente con una mano abbiamo notato che solo allacciarsi le scarpe è una difficoltà notevole, come riuscire a comunicare senza la parola, con un alfabeto speciale, così che anche una persona che non possiede tutti i sensi riesca ad integrarsi trasmettendo le sue emozioni. E’ incedibile però come loro trovino la forza di andare avanti, di praticare uno sport che li renda felici e li faccia sentire come persone con tutte le capacità motorie e sensoriali che alla fine è la cosa più importante.

Giuditta V., Rachele P., Margaret M. classe 2C Giotto

Da questa esperienza abbiamo capito che non dobbiamo lamentarci di quello che non abbiamo quando ci sono persone che non hanno braccia, gambe, la vista o l’udito. Queste persone non possono avere una vita come la nostra, e noi, grazie a piccole, ma importanti attenzioni, possiamo aiutarli, per esempio non parcheggiando la macchina sul marciapiede ma negli appositi posti. Abbiamo imparato che, quando noi ci lamentiamo della nostra vita, della scuola, dei nostri problemi, dobbiamo fermarci a pensare a loro che nonostante abbiano problemi maggiori dei nostri, trovano sempre la forza di reagire e di vivere. Essi hanno una forza grandissima ma non quella fisica quella morale, perché loro hanno una grande forza dentro, a volte, sotto questo punto di vista siamo noi a dover imparare da loro e non il contrario.

Giulia S., Giorgia Q. classe 2C Giotto

Da questa esperienza abbiamo capito che non è facile vivere felici con problemi motori o sensoriali, perciò le persone che hanno difficoltà simili che non solo hanno la forza di vivere felici e di praticare uno sport magari partecipando anche alle Paraolimpiadi, sono delle persone fantastiche. Ci fanno capire che siamo molto fortunati e che dobbiamo apprezzare e sfruttare al meglio ciò che ci è stato donato. A noi questa esperienza è piaciuta molto e ci siamo divertiti sempre ricordando però che ci sono persone in tutto il mondo con le difficoltà che abbiamo sperimentato e loro le vivono ogni giorno tutta la vita.

Marco F., Tommaso G. classe 2C Giotto

I Docenti di Scienze Motorie Sportive Tormene, Repaci e Schiavon ringraziano con la Dirigente Scolastica Dott.ssa Lucia Marcuzzo il Comune di Padova - Settore Servizi Sportivi - e i formatori della Società Uno a Cento che hanno collaborato al progetto.

Nel mese di Febbraio durante le Giornate dello Sport i nostri alunni saranno impegnati con i tornei “Angeli Sportivi” per il Basket e “Passaggio a scuola” per il Futsal; avranno inoltre la possibilità di incontrare gli Olimpici Galtarossa Rossano – Canottaggio- e Bortolozzi Francesca – Scherma-, lo Psicologo Gottardo Leonardo Ex-Atleta Azzurro di Atletica Leggera, il giornalista sportivo Germano Bertin, il Nazionale Andrea Rampazzo del Nuoto Pinnato ed altri ospiti Campioni dello Sport padovano. Le manifestazioni si svolgeranno presso le varie sedi delle nostre Scuole e presso la Sala Capitolare della Parrocchia del Carmine.